Vangelo di oggi

23 Gennaio - Mc 3,31-35

 31Giunsero sua madre e i suoi fratelli e, stando fuori, mandarono a chiamarlo. 32Attorno a lui era seduta una folla, e gli dissero: "Ecco, tua madre, i tuoi fratelli e le tue sorelle stanno fuori e ti cercano". 33Ma egli rispose loro: "Chi è mia madre e chi sono i miei fratelli?". 34Girando lo sguardo su quelli che erano seduti attorno a lui, disse: "Ecco mia madre e i miei fratelli! 35Perché chi fa la volontà di Dio, costui per me è fratello, sorella e madre".

  31Giunsero sua madre e i suoi fratelli e, stando fuori, mandarono a chiamarlo.

 Terminata la disputa con gli scribi, Marco torna a parlare dei parenti di Gesù e chiude la sua cornice. Per fratelli qui si intende i suoi cugini, o comunque coloro che facevano parte della famiglia di Gesù. Si sa bene che la famiglia ebraica, come in tutte le culture del mondo antico era un organismo molto compatto, con una grande coesione tra tutti i suoi membri.

 I suoi parenti rimangono fuori e lo fanno chiamare poiché c’era una grande folla attorno a lui e forse perché in disparte pensavano di poterlo fare ragionare e riportarlo a casa.

 32Attorno a lui era seduta una folla, e gli dissero: "Ecco, tua madre, i tuoi fratelli e le tue sorelle stanno fuori e ti cercano".

 Chi riporta a Gesù le parole dei suoi parenti parla anche di sorelle. Per una spedizione che voleva riportare a casa Gesù la sua famiglia ha pensato che anche le sorelle, come la madre, avrebbero potuto persuaderlo più facilmente. Viene ripetuto che i parenti stanno “fuori”. Pensano di avere dei diritti su di lui semplicemente grazie ai legami di sangue. E’ un atteggiamento di autorità. La persona più importante sta fuori e aspetta che gli si venga incontro.

 33Ma egli rispose loro: "Chi è mia madre e chi sono i miei fratelli?".

 Gesù supera le convenzioni della sua società e anche un minimo di galateo nei confronti della madre e dei suoi fratelli. Non si alza nemmeno per andare a vederli e fa questa domanda davvero sconcertante. E’ come se non riconoscesse più sua madre e i suoi consanguinei.

 34Girando lo sguardo su quelli che erano seduti attorno a lui, disse: "Ecco mia madre e i miei fratelli!

 La folla seduta attorno a lui non è tanto la folla dei curiosi, di coloro che cercano miracoli, ma di coloro che vengono ad ascoltare la sua parola. C’è una nuova famiglia che si crea attorno a Gesù e i legami non sono più quelli del sangue.

 35Perché chi fa la volontà di Dio, costui per me è fratello, sorella e madre".

 L’elemento caratteristico di questa nuova famiglia è il compiere la volontà di Dio. Non è detto che tutti coloro che stavano seduti in casa attorno a lui compissero veramente la volontà di Dio. Però il fatto di rimanere in ascolto della sua Parola è già un inizio. A loro viene richiesto di compiere la volontà di Dio e nel rimanere attorno a lui essi esprimono il desiderio di compierla.

Joomla templates by a4joomla
Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per servizi in linea con le tue preferenze.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca su " Leggi l'informativa ".
Chiudendo, scorrendo questa pagina, cliccando su qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.